Autore: Claudio Bezzi

Mandrakista. Intollerante.

Ferdinando Giugliano scelto da Mario Draghi come advisor e consulente per la comunicazione; Giugliano lavora da Bloomberg, prima è stato a Repubblica, editorialista del Financial Times e consulente della Banca d’Italia e dell’Economist Intelligence Unit. Giuseppe Conte aveva Rocco Casalino, che ha vantato un Master americano sconfermato dall’Università e le sue note professionali sono le seguenti: protagonista del Grande Fratello, personaggio televisivo inventato da Lele Mora famoso per le liti con Platinette; conduttore nel canale televisivo Betting Channel dedicato alle scommesse; da lì all’essere coordinatore della comunicazione del M5S è stato, ovviamente, un tutt’uno.

Monica Amore, consigliere comunale torinese con 5 inutili Stelle, pubblica un post antisemita. Scandalo, proteste, lei cancella il post e si scusa, Appendino prende le distanze. E tutto va in cavalleria. Sono anni, decenni, che gli stupidi, gli ignoranti e sovente ignobili sciacalli, dicono e scrivono le cose peggiori, poi fanno spallucce e si scusano. E semmai ricominciano il giorno dopo. In un mondo che consuma tutto, e in  particolare in un movimento politico che veramente ha consumato tutto, e il suo contrario, direi che non basta. Le parole di odio sono pietre; le scuse di comodo sono prese in giro. I 5 Stelle fanno schifo.