Chiedo scusa se replico cose appena pubblicate altrove, ma siamo sommersi dai rifiuti e si deve riciclare il più possibile. La mia clip sulle dimissioni di Di Maio e la sciagura rappresentata dal grillismo la potete vedere QUI: https://www.youtube.com/watch?v=AjXM6xCMQxw&t=6s, mentre i due commenti sottostanti sono appena apparsi sulla pagina Facebook Codice Giallo il gruppo.

https://www.facebook.com/groups/CodiceGiallo/465020901043878/?comment_id=465034477709187&notif_id=1579691023685865&notif_t=group_comment

Ne so troppo poco per esprimere giudizi articolati e complessi. Ma prendendo per buono quanto scrive l’HuffPost questo signore, già candidato sindaco per Fratelli d’Italia nel comune di Bibbona, ha deciso di abbandonare il partito e andare per mare con la Sea Watch per salvare vite umane. La notizia buona non è che un cattivo è diventato buono, che un destro è diventato sinistro e altre stupidaggini del genere. Voglio immaginare che il signor Massimiliano Rugo continui a essere di destra e a condividere i principali valori della destra rappresentata da Meloni, e anzi spero che sia così. La notizia è ancor più “buona” se è così, perché mostra la possibilità (rara) di trovare individui pensanti e non omologati, capaci di sentirsi di destra (o di qual che vi pare) pure distanziandosi da specifici elementi, dissentendo con la pratica a specifiche direttive e rendendosi protagonista con pienezza della propria vita. Un caso su mille, e va bene… Da sinistra si recepisce il messaggio?

Non ho problemi a definire il ministro Luigi Di Maio il meno adeguato a occupare quello scranno. E’ una mia opinione personale e aggiungo che, in fin dei conti, il problema non è neppure la sua impreparazione quanto l’assenza di una politica estera che si traduce in assenza di una strategia di difesa. In tutti gli scenari internazionali, non si capisce mai da quale parte penda l’Italia. Non sappiamo chi sono i nostri alleati e dunque non sappiamo neppure chi sono i nostri nemici (gen. Marco Bertolini, già capo di Stato Maggiore del comando Isaf in Afghanistan, sul Foglio dell'8 gen 2020)

La Ministra Pisano, Ministra dell’Innovazione in quota 5 Stelle (e qui avrete già goduto dell’ossimoro), vorrebbe introdurre una nuova materia alle elementari: il coding. Appena un altro penta-la-qualunque avrà sostituito l’incredibile Fioramonti al Ministero dell’Istruzione, procederà. Ministri che al concorso internazionale della stupidità arriverebbero secondi, quando non hanno nulla da fare e il solitario sul PC li ha stufati pensano a che novità introdurre nella scuola pubblica italiana. E a onor del vero questo sport si pratica da decenni, ben prima che la demenza si concentrasse in particolare sui casaleggini. E quindi fra invenzioni estemporanee, stipendi bassi degli insegnanti, bullismo consentito oltre misura, premi alla scuola privata e contributo significativo della sinistra (che sarebbe meglio chiamare in qualche altro modo), una delle pochissime speranze di un futuro decente per il nostro Paese è stata da tempo bruciata. Ma chi se ne frega? Ormai la generazione di chi saprebbe intervenire, concionare, indicare, ammonire in merito alla funzione strategica della scuola (e Università, e ricerca) o è morta da tempo o ha un piede nella fossa. Siete fottuti, gente!