Sei mesi di Hic Rhodus: tanti temi da approfondire in Rete

In questi sei mesi, su Hic Rhodus abbiamo toccato molti temi, spesso complessi, e non abbiamo certo la pretesa di averli esauriti nei nostri post. Chi ci segue sa che citiamo molte fonti e siti esterni di approfondimento, e in alcuni casi abbiamo cercato di tenervi aggiornati con le nostre note intitolate “Ne avevamo parlato”; tuttavia, in questa occasione abbiamo pensato di elencare alcuni temi di cui ci siamo occupati e su cui esistono valide risorse in Rete.

Cattivo utilizzo dei fondi EuropeiIl grande, vergognoso, incredibile spreco dei fondi europei del 9 giugno 2014. Un argomento purtroppo sempre in evidenza; solo nelle cronache delle ultimissime settimane, segnaliamo:

  • L’evidenza dei clamorosi ritardi nell’utilizzo dei fondi europei per Pompei, che ha costretto il governo a correre ai ripari e concordare col commissario UE Hahn un piano di “recupero” per spendere 105 milioni entro fine 2015, con una sorta di “commissariamento” dell’inadempiente gestione dello straordinario e tormentato sito archeologico.
  • Più in generale, l’Italia rischia di perdere molti miliardi di Euro non utilizzati (non a caso il nostro post parla di “vergognoso spreco”). Il governo sta intervenendo direttamente per riparare in parte all’incapacità delle Regioni, e per riprogrammare 1,5 miliardi di investimenti in ritardo.

Cittadinanza digitale: Cittadini di Internet: cosa vuol dire? del 17 febbraio 2014 e alcuni altri post sull’argomento. Su questo tema esiste ovviamente moltissimo in Rete, ma vogliamo segnalarvi:

  • Un Convegno tenuto il 16 giugno 2014 presso la Camera dei Deputati proprio sul tema Verso una Costituzione per Internet. Alcuni contenuti si trovano qui, oltre che nei resoconti giornalistici in Rete.
  • L’interessante blog di Piero Dominici all’interno di Nòva del Sole 24 Ore, nel quale si parla spesso di argomenti legati alla Cittadinanza Digitale e all’innovazione della Pubblica Amministrazione (altro tema caro a Hic Rhodus).

Bitcoin e valute digitali: Bitcoin, l’alba delle criptovalute, del 5 marzo 2014. Su questo tema vi segnaliamo:

  • La notizia che la Dell accetterà i Bitcoin in pagamento per l’acquisto dei suoi computer, e, sul fronte istituzionale, una menzione dei Bitcoin e delle criptovalute nel rapporto annuale dell’Unità di Informazione Finanziaria della Banca d’Italia, che paventa rischi di possibile riciclaggio legati a “operazioni sospette” e “anomale compravendite”, mentre simili preoccupazioni sono state espresse dallo Stato di New York. A queste perplessità ha risposto la Bitcoin Foundation Italia in una sua nota; il dibattito è comunque un chiaro segnale che questi strumenti non sono una curiosità o un fenomeno destinato a sparire rapidamente.
  • Una suggestiva ma un po’ criptica mappa delle criptovalute, derivate o meno dal Bitcoin, che ci aiuta a capire che il Bitcoin è solo la punta di un iceberg di valute “alternative” che potrebbero essere il futuro della moneta basata sulla Rete.

Il Brasile oltre la Coppa del MondoIl Brasile tra crescita economica e proteste sociali, del 24 marzo 2014. L’economia brasiliana, qualche tempo fa sugli scudi, è in pesante rallentamento, mentre sono in vista le elezioni presidenziali e nel 2016 si profila la non semplice gestione delle Olimpiadi dopo gli importanti costi sostenuti per i Mondiali. Sul Brasile, vi proponiamo:

  • Un articolo di Forbes, che evidenzia il declino degli indicatori economici brasiliani.
  • Un articolo sulle difficoltà dell’attuale presidente Dilma Rousseff, in calo di popolarità e non più così scontata vincitrice delle elezioni di ottobre.

Gli ostacoli all’applicazione della legge sull’interruzione di gravidanzaLegge 194. Un diritto ipocritamente negato, del 12 maggio 2014. Su questo tema, spesso al centro di un dibattito estremamente acceso, segnaliamo:

  • La decisione della Regione Lazio (successiva al nostro post) di obbligare i medici “obiettori”, che nel Lazio raggiungono il 90%, a lavorare nei consultori e assistere le pazienti che intendono abortire. Insomma, l’obiezione è applicabile solo all’intervento in se stesso.
  • La sentenza della Corte Costituzionale, che ha dichiarato “manifestamente inammissibile” il ricorso del giudice tutelare del Tribunale di Spoleto che aveva sollevato un’eccezione di costituzionalità per una presunta incompatibilità della legge 194 con una sentenza della Corte di Giustizia Europea e con il principio di tutela dell’embrione.

Libertà di Internet e Network NeutralityNetwork Neutrality: democrazia della Rete, l’inizio della fine?, del 28 gennaio 2014. Questo argomento, che è centrale per il futuro della Rete, è al centro di una vivace battaglia negli Stati Uniti, che avrà delle importanti implicazioni anche per noi. Segnaliamo:

  • La dura controversia tra Netflix (il principale operatore Web-TV in USA) e gli operatori di telecomunicazioni Comcast e Verizon. Netflix sostiene che gli operatori hanno deliberatamente rallentato l’accesso dei clienti ai suoi servizi video, e chiede all’autorità regolamentare USA FCC di ripristinare l’obbligo di trattare equamente tutte le tipologie di traffico. Netflix aveva dichiarato di essere stata di fatto costretta a pagare gli operatori per ottenere un servizio di buona qualità per i suoi utenti; il nostro post spiega le premesse di questa battaglia.
  • La presentazione, al recente convegno Digital Venice, di una posizione unitaria degli operatori Telco italiani al premier Renzi e al vice commissario europeo Kroes; tra le richieste che mettono d’accordo tutti gli operatori, da Telecom Italia a Vodafone, c’è quella di bloccare l’ipotesi di normativa europea sulla Network Neutrality che secondo Vittorio Colao di Vodafone rischia di “essere un ostacolo all’innovazione” (e che certamente  è contro gli interessi degli operatori).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...